Nome utente:    Password:    Login automatico  

Menu Principale

Link to us
Link to us


SCRITTORI E EDITORIA - istruzioni per l'uso..
SCRITTORI E EDITORIA - istruzioni per l'uso..
di Giulia Fazzi
Giulia Fazzi martedì 24 gennaio 2006

È scontato: chiunque scriva, desidera vedere pubblicato il proprio romanzo o la propria raccolta di racconti. Scrivere, quando va oltre lo sfogo personale diaristico, è un mezzo di comunicazione. Chi scrive, lo fa perché vuole essere letto.
Esordire nel mondo dell’editoria non è un’impresa facile, in tutti i sensi. In Italia ci sono tanti scrittori e pochi lettori. Le librerie traboccano di pubblicazioni, soprattutto romanzi, che spesso rimangono invenduti. In Italia ci sono centinaia di editori. La fetta più grande se la giocano i grandi gruppi: Mondadori, RCS, Feltrinelli (che ha anche il monopolio della distribuzione). Accanto a questi grandi, ci sono i medi e piccoli editori, che cercano di sopravvivere in qualche modo. Alcuni di loro sono riusciti a farsi un nome, pubblicano testi interessanti, hanno un occhio di riguardo verso gli esordienti e fanno un notevole lavoro di scouting (pratica ormai abbandonata dai grandi gruppi). Ma la maggior parte dei piccoli editori a stento trovano un angolino sugli scaffali delle librerie.

Lo scrittore inedito, che ha nel cassetto il romanzo o la raccolta di racconti, che è un emerito sconosciuto, non ha parentele importanti e non ha amici che contano, ha davanti a sé mille incognite. A chi interessa quello che ha scritto? A chi mandarlo? Chi può dargli un parere più o meno professionale? E, soprattutto, chi può pubblicarlo e come? Ci sono così tante case editrici, quale sarà quella giusta?
Noi abbiamo alcuni consigli da darvi.
Primo: leggete tanto, di tutto. Prima di scrivere, bisogna leggere, leggere, leggere.
Secondo: in Italia ci sono editori seri ed editori “meno seri” Ci sono editori che, se decidono di pubblicare il vostro libro, lo curano sotto tutti gli aspetti: vi aiutano a revisionarlo dove occorre, ne curano l’aspetto grafico, la copertina, l’impaginazione. Impostano una campagna promozionale e di distribuzione. Si attivano per venderlo, perché questo fa un editore: vende libri. E non vi chiede soldi per farlo. Semmai, ne dà a voi, cioè la percentuale sulle vendite che vi spetta da contratto.
Gli editori “meno seri” vi chiedono di sganciare soldi, molti soldi, o di comprare obbligatoriamente tot copie del vostro libro. Che spesso saranno le uniche copie veramente stampate. Questi stampatori pubblicheranno qualunque cosa abbiate scritto, basta che paghiate. Manderanno in stampa un testo che, magari, è una schifezza. Nella peggiore delle ipotesi (come succede quasi sempre), le copie stampate rimarranno ad ammuffire in qualche scatolone senza mai vedere lo scaffale di una libreria. Non ci saranno né promozione né distribuzione. Non stiamo parlando di qualche decina di euro. Testimonianze riferiscono di migliaia di euro chieste da questi pseudoeditori agli esordienti, che alla fine rimangono con le tasche svuotate e l’orgoglio ferito. Mai, mai pagare per farsi pubblicare perché facendolo si alimenta un mercato perverso che arricchisce i soliti furbi. Smettere di creare domanda è l’unico modo per far morire l’offerta di questi truffatori.
Terzo: la vostra storia non è adatta a qualunque casa editrice. Se avete scritto un romanzo d’amore stile Ottocento e avete sentito dire che minimum fax pubblica molti esordienti, evitate la spesa di mandarlo a loro. Minimum fax pubblica altre cose, non fa per voi. Dovete documentarvi, informarvi, leggere, leggere, leggere. Dovete conoscere, seppur a grandi linee, cataloghi e collane delle case editrici. Dovete tenere occhi e orecchie aperti, stare aggiornati, tenere vivo il vostro interesse per la letteratura. Lo scrittore non è un’isola, fa parte di una comunità, vive dentro una società, deve nutrirsi di scambi, contatti, fare parte del mondo. Internet è un’immensa risorsa. Il vero fermento letterario da qualche anno è nella rete. Ci sono centinaia di siti dove uno scrittore esordiente (e non solo) può trovare informazioni, occasioni di scambio e confronto, possibilità di pubblicare i propri testi e di discuterne con chiunque. Ci sono siti amatoriali, blog, forum di discussione delle riviste letterarie, delle case editrici, degli scrittori. Andateci, leggeteli, partecipate. Alcuni di questi li trovate nei nostri link.
Chi fornisce commenti e offre anche un lavoro di editing sono le agenzie letterarie. Offrono una sorta di servizio di mediazione con gli editori e di possibile sponsorizzazione. C’è però da sottolineare una cosa: alcune case editrici rifiutano manoscritti di esordienti proposti da agenzie letterarie, altre, al contrario, leggono solo testi presentati. Le agenzie non leggono gratis il vostro manoscritto e qui, come nel caso degli editori a pagamento, entriamo in un campo minato. Le agenzie più serie non vi promettono niente. Si fanno pagare, ma non vi fanno false promesse e voi siete avvisati. Ma noi siamo iQuindici e l’idea di essere pagati per leggere un manoscritto ci è totalmente estranea.
In conclusione, non esiste una ricetta magica per pubblicare un libro. Ci sono insidie alle quali bisogna porre attenzione, e in questo breve articolo ve ne abbiamo parlato. Ribadiamo l’importanza di essere informati, di conoscere il mondo dei libri, della narrativa, degli scrittori, di nutrire sempre una viva e inarrestabile curiosità.

Siti consigliati:

Il Rifugio degli Esordienti: http://www.danaelibri.it/rifugio/rifugio.htm
Ottimo sito, ricco di suggerimenti e testimonianze.
http://www.librialice.it/home.htm
Il mondo dei libri… di tutto, di più.
it.arti.scrivere – gruppo di discussione sulla scrittura, potete partecipare inviando anche i vostri racconti. Attenzione: è un forum pubblico, rispettate la netiquette e siate pronti a qualunque commento.

Libri:
Editori a perdere - Miriam Bendia, Stampa Alternativa.
Questo libro è il racconto di un’esperienza di una giovane scrittrice esordiente tra gli squali dell’editoria a pagamento.

Sono tantissimi i libri e le guide per chi è in cerca di pubblicazione. Vi consigliamo questo:
L’autore in cerca di editore – Maria Grazia Cocchetti, Editrice bibliografica, perché è una guida agile che affronta la materia sotto tutti gli aspetti.

Giulia Fazzi

invia a un amico formato stampabile
>> Elenco degli articoli presenti in questa categoria
<< Torna alla pagina iniziale Articoli

Votazioni
Questo articolo è stato votato 8,3333333333333.0 - 3 voti


Render time: 0.0673 second(s).