Nome utente:    Password:    Login automatico  

Menu Principale

Link to us
Link to us


La Rivista
Creare una rivista de iQuindici è stata una scelta quasi obbligata.
Leggi decine di cose, alcune veramente belle o interessanti o originali, a volte tutte e tre le cose insieme, e ti chiedi come farle girare, come condividerle con altri. Sai che il mondo editoriale non ha molto spazio per i racconti in genere, ma solo per i romanzi, eppure stai leggendo belle cose, buon materiale che ti ha fatto sorridere o pensare, o solo rilassare. Stampe di racconti su fogli A4, a volte romanzi, che hai ficcato in borsa per leggerli sulla metro la mattina al posto del giornale. E ti dici che quello che leggi è meglio di tanta roba che va in stampa che ti è capitata tra le mani. Giovani autori che spesso non osano neanche definirsi scrittori che si sono fatti coraggio e si sono messi in gioco facendosi leggere da un gruppo di sconosciuti, esponendosi a giudizi non mitigati da amicizia o parentela. Giudizi di “pubblico”, quello vero.
Dovevamo per forza dargli uno spazio, e l’unica strada alla fine era quella di farlo non aspettando che piacesse ad altri che forse l’avrebbero pubblicato, che chissà chi forse avrebbe letto (anche se continueremo a mandare in giro gli scritti che ci piacciono ad altre riviste), ma a partire da quello che è piaciuto a noi Quindici, con le nostre sensibilità diverse, i gusti a volte opposti, ma ciò nonostante alla fine abbastanza omogenei da individuare quel racconto che funziona, quella trama che ti prende, quel dono della parola bella, della frase che si fa succhiare fino al punto.
Condivisione, quindi, piacere di regalare emozioni gratuite ad altri lettori che saranno liberi di dare le loro opinioni agli scrittori, entro le regole della Repubblica Democratica dei Lettori per uno scambio aperto e alla pari tra scrittori e lettori. Niente di nuovo, è il manifesto Wu Ming esteso a un progetto che esiste dal settembre 2002 e ha quindi ramificato.
Oltre ai racconti, nella sezione INCIPIT qualche assaggio di romanzo, un amo lasciato cadere nello stagno del mondo editoriale, sperando che qualche grosso pesce abbocchi e ci chieda di leggere anche il resto, per portarlo a pubblicazione. Non sarebbe la prima volta: “Tre Uomini Paradossali” di Girolamo Di Michele nuota a Stile Libero nella piscina Einaudi perché l’abbiamo aiutato noi ad uscire dal cassetto nel quale sonnecchiava dal ’93, per fortuna senza invecchiare…. È stato solo l’inizio, molti altri stanno uscendo (li troverete nella nostra biblioteca) con varie case editrici, tutti copyleft e quasi tutti anche su carta a scarso impatto ambientale.
Intanto continuiamo a leggere infaticabili, o quasi: chi condivide i contenuti etici e progettuali di Wu Ming può proporsi come lettore. iQuindici non sono un gruppo chiuso e completo, ma in perenne evoluzione. Potete leggere come fare QUI.
Abbiamo altri progetti oltre alla mera diffusione in rete. Abbiamo realizzato degli MP3 per passare dal racconto scritto al racconto recitato, sia per chi è ipovedente sia per chi vuole farsi affabulare mentre guida o prepara la cena, leggete QUI.
Facciamo spesso anche presentazioni dei “nostri” autori e readings pubblici, sulle news trovate le informazioni relative alle nostre iniziative, ma anche altri progetti si stanno concretizzando.
Intanto INCIQUID è il nostro primo bambino, e a noi ‘sto scarrafone ci pare bello assai…

I numeri usciti fino ad oggi li trovate allienati nel menu INCIQUID qui a fianco!



invia a un amico formato stampabile



Render time: 0.0478 second(s).