Nome utente:    Password:    Login automatico  

Menu Principale

Link to us
Link to us


Il manifesto de iQuindici
Noi, donne ed uomini della Repubblica Democratica dei Lettori, inizialmente riuniti e stimolati dal comune sentire di Giap!, abbiamo risposto alla richiesta della Wu Ming Foundation costituendoci nel gruppo de
iQuindici
Lettori residenti


Siamo quindi divenuti progetto autonomo ed indipendente dalla WuMing Foundation con cui manteniamo un rapporto affettivo e di gratitudine

Il progetto de iQuindici ha lo scopo di dare consigli e aiuto a chi scrive, e di promuovere un diverso concetto di accesso alla cultura, che si attua in buona parte con l’utilizzo e la promozione del copyleft che ne consente una diffusione orizzontale. Tutto questo avviene in accordo con una visione politica ed etica del mondo, che consideriamo parte integrante del progetto: affermiamo di riconoscerci nei principi dell'antifascismo e della lotta di resistenza che oggi vengono perseguiti attraverso la difesa della laicità come base per l'organizzazione della vita civile, dell'uguaglianza tra le persone, della libertà di espressione e dei diritti nei luoghi di lavoro, facendo inoltre nostre anche le istanze dei movimenti che si battono per la tutela dell'ambiente e una equa distribuzione delle risorse tra i popoli del mondo.

L’attività de iQuindici consiste in:

Leggere e restituire opinioni con il minor pregiudizio possibile a chiunque ci accordi fiducia e ci sottoponga quindi il proprio lavoro.
Riteniamo che il nostro compito non possa definirsi terminato se non prima di aver restituito all’autore il nostro contributo in termini di impressioni, pareri, suggerimenti, apprezzamento o meno dell’opera. Rifiutiamo l’etichetta di critici - ed in ciò sta il "minor pregiudizio possibile" - non ci ergiamo a paladini del bello, non seguiamo uno stile, un -ismo, un modello qualsiasi; non prediligiamo un genere, non potremmo comunque imporre una linea; se non la vaga, soggettiva ed ondivaga linea dell’intelligenza, del buongusto e del rispetto. L’impegno a leggere e restituire opinioni è svolto a titolo gratuito ed esclude qualsiasi forma di contributo da parte degli autori.

Promuovere l’accesso libero e gratuito alla cultura attraverso una nuova visione della proprietà intellettuale.

Non siamo un’agenzia letteraria, tantomeno degli editori: non ci impegniamo ad una pubblicazione né limitiamo in alcun modo i diritti degli scrittori; ma riteniamo che se una cosa merita di essere letta sia bene per tutti che venga resa pubblica: per l’autore che ha evidentemente qualcosa di valido da dire e per il lettore che ha qualcosa di valido da leggere.
Quando diciamo "resa pubblica" intendiamo disponibile alla più ampia fascia di potenziali lettori possibile: per questo motivo poniamo come condizione per la pubblicazione che venga inclusa la clausola copyleft ed optando, ove possibile, per chi garantisca una migliore distribuzione. Una volta pubbliche, le opere da noi proposte vengono inserite nella nostra biblioteca copyleft.

Promuovere una visione ecologica della cultura.
Riteniamo che la cultura o è ecologica o non è. E’ contrario a qualsiasi principo di intelligenza pensare che si possa vivere a scapito di ciò che ci circonda: le persone, gli animali, l'ambiente in generale. Sulla base di questi principi chiediamo - con la maggior forza possibile - agli editori che intendano avere un rapporto costruttivo e continuativo con noi, di stampare almeno i libri che segnaliamo su "carta ecologica". Ed è questa condizione il terzo fattore nella scelta degli editori.

iQuindici operano su base volontaria; per aderire al progetto è necessaria solo ed esclusivamente la condivisione dei principi ispiratori e l’adesione a questo manifesto. Chi entra nel gruppo ha l’obbligo di condividere questi obiettivi e di operare per contribuire a raggiungerli.


* * *


Render time: 0.0483 second(s).