Nome utente:    Password:    Login automatico  

Menu Principale

Link to us
Link to us


Benvenuto nel sito de iQuindici - la repubblica democratica dei lettori
I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità. La partecipazione allo sviluppo dei contenuti del sito, l’inserimento di notizie od iniziative avviene in maniera spontanea dalle persone iscritte al sito. Si precisa inoltre che iQuindici non ricevono alcun compenso per le notizie qui pubblicate. Pertanto il presente sito non può essere considerato 'prodotto editoriale' ex L.62/2001. L’attività dei partecipanti avviene per adesione e nessuno ha la possibilità di vietare ad alcuno l’espressione delle proprie opinioni e delle proprie idee. L’unico responsabile circa la veridicità, la correttezza ed ogni altra conseguenza derivante dalle idee, dalle opinioni espresse e dalle iniziative proposte è l’autore del singolo intervento o dell’inserimento della notizia o della proposta. L’attività di immissione nel sistema di reti telematiche delle opere dell’ingegno presenti in questo sito e della loro comunicazione al pubblico è in ogni caso subordinata all’autorizzazione dell’autore e/o dei legittimi titolari dei diritti di utilizzazione economica protetti ai sensi della vigente disciplina in materia di diritto d’autore. I controlli sui contenuti sono relativi a quelli presenti sul sito, nessun controllo viene effettuato sui contenuti dei “link”.
Ai sensi della legge 196/2003 e del provvedimento del garante 8/5/2014 informiamo i visitatori/utenti sull'uso dei cookies su questo sito. Il sito utilizza solo: cookies 'tecnici', che non richiedono consenso, al fini di ottimizzare la navigazione, e cookies 'analitici', a fini esclusivamente statistici anonimi, da cui discende questa informativa. Non vengono utilizzati cookies 'di profilatura' né cookies di terze parti, né le informazioni raccolte sono comunicate e/o diffuse. I cookies si cancellano al termine della sessione. (QUI l'informativa dettagliata)


MARSILIO BLACK SU iQUINDICI 20/6/04
Ci fa molto piacere che parli noi marsilioblack in un recente editoriale...


Pubblicata da martedì 22 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

3 UOMINI PARADOSSALI RECENSITO DA REPUBBLICA 18/6/2004
"ESCE IL PRIMO LIBRO VOLUTO DAL "GRUPPO" DI WU MING
di LOREDANA LIPPERINI
Pare proprio che spetti agli scrittori cercare di chiudere i conti con gli anni Settanta. Pare, nel dettaglio, che spetti non tanto ai seguaci del “mi ricordo” (o, se di destra, del “non scordo”) o a coloro che riannodano i fili della storia descrivendo, con ombelicale ossessione, i propri privatissimi travagli. A cimentarsi al meglio con un decennio tuttora maldigerito, sono semmai i narratori che, con frequenza sempre maggiore, scelgono la griglia del giallo e del noir non tanto per sciogliere nodi o svelare enigmi, ma per farne discendere rivoli di storie che, almeno, moltiplichino i punti di vista su quel periodo.


[ Continua ... ]
Pubblicata da sabato 19 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

Anche l'ANSA... vuole la sua parte!
Indivinate qual è il libro del giorno presentato oggi dall'ANSA?

Ebbene si: proprio "Tre Uomini Paradossali" del nostro Girolamo De Michele!


Pubblicata da Francesco venerdì 18 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

TOMMASO DE LORENZIS RECENSISCE "3 UOMINI PARADOSSALI" PER CARMILLA!!
La trovate a questo link e cliccando sul nome di Tommaso, esce un'interessante foto, quella di uno dei suoi numerosi sosia...


Pubblicata da mercoledì 16 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

ALIENAZIONI PADANE SU RESTO DEL CARLINO 9-6-04
RECENSIONE RESTO DEL CARLINO BOLOGNA 09/06/04

di Matteo Radogna

Venerdì 11 giugno alle 21,30 alla
galleria “L’Arte” di Molinella, Saverio Fattori presenterà il libro d’esordio Alienazioni Padane ( Gaffi Editore) un testo letto e promosso dalla band critico - letteraria dei ‘Quindici ’ della Wumingfundation.com.
In una trama che si srotola dalla fine, secondo il principio di reversibilità narrativa l’autore fa corrispondere l’inizio con la fine della storia dove il prologo è in realtà l’epilogo. Un puzzle, un rompicapo, un romanzo nero, scritto come una sorta di manuale per le istruzioni, il libro ci fa attraversare con il protagonista, Ale, le tappe di un inferno di provincia in cui si aggira una generazione di trentenni in piena era mediastet. È una storia di incastri, dove i personaggi sono incastrati nelle loro stessa esistenza e nella banalità che li circonda, ingabbiati negli stereotipi dei loro ruoli. Nel romanzo si intrecciano alla leggerezza degli sms e al lirismo anni ‘80 delle canzoni di Caputo, le vite di ragazzi/e ricchi e volgari cresciuti nelle nebbie della campagna sud est di Bologna, faschion victim, ‘bambine cattive’ fidanzatine annoiate con il venerdì sera libero, mentre sullo sfondo la fabbrica scandisce con i turni di lavoro l’esistenza grigia di tutti quanti. Il protagonista, lucidissimo, li spia, li guarda, li osserva e ci racconta con un linguaggio sarcastico, ironico e tagliente le loro vite e la sua stessa vita, con una narrazione frantumata che riflette senza empatia lo sgretolamento emotivo fino alla sublimazione del crimine che diventa anch’esso una via di fuga alla monotonia.

Matteo Radogna


Pubblicata da sabato 12 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

ALIENAZIONI PADANE SU REPUBBLICA BOLOGNA 8-6-04
Da “La Repubblica” Bologna martedì 08/06/2004 rubrica EX LIBRO di Fernando Pellerano

LA PADANIA RIBELLE

“Sessuato” quanto basta, sarcastico, ironico, sprezzante, lucidissimo nelle sue livorose riflessioni sull'appiattimento (decisamente “glocal”) di ragazzi/e cresciuti nelle nebbie (televisive e ottundenti)
fra Ferrara e Bologna, egocentrico, ovviamente ribelle e anche un po' assassino. Sono alcuni dei tratti salienti del personaggio che imperversa impunito spiando gli altri, nel piccolo ma sferzante primo romanzo (o “lungo racconto incarognito”) di Saverio Fattori, “Alienazioni Padane” (140 pag. Gaffi editore a 7 euro): un testo letto e promosso dalla band critico-letteraria dei “Quindici di Wumingfoundation .com” che recensisce inediti manoscritti e che pare affezionata e sensibile ad una scrittura sporca e veloce, diretta e velenosa, feroce e senza censure come quella di Fattori, scrittore esordiente di 35 anni. Il ragazzo però sa scrivere, dà ritmo alle percussioni linguistiche nonostante i rimandi alle liriche di Sergio Caputo, fantastica senza pietà, graffia.

Fernando Pellerano


Pubblicata da mercoledì 09 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

TRE UOMINI PARADOSSALI DI GIROLAMO DE MICHELE AL 16 POSTO NELLA CLASSIFICA DELLA NARRATIVA ITALIANA DI ARIANNA
Narrativa Italiana
settimana dal 24 al 30 maggio

AL SEDICESIMO POSTO GIROLAMO DE MICHELE!

Le classifiche dei libri più venduti vengono elaborate dal Servizio Classifiche di Arianna.
Sono telerilevati tutti gli editori utenti di Arianna, il panel di riferimento è di 230 librerie utenti Arianna (canale retail) opportunamente ponderate. Inoltre, ai fini della corretta costruzione statistica dei dati, viene utilizzato un panel di librerie di controllo di cui vengono telerilevate le vendite di tutti gli editori commercializzati in Italia.
La rilevazione viene effettuata dal lunedì alla domenica (inclusa) e la classifica viene pubblicata il venerdì successivo all'ultimo giorno di rilevazione.


(http://www.arianna.org/classifiche/attuale/top_narrita.htm)


Pubblicata da mercoledì 09 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

Commenti a "Casseur #1" di Valeria Brignani
L'incipit mi piace, anche se il un tono giovane è forse un poco compiaciuto di essere giovane.
Ma prende e costruisce una attesa per la storia della bambina e per la sua attenzione contradditoria alla madre. Questa è forse la contraddizione portante della narrazione; nel senso che suppongo ci sia nel seguito una identificazone ed un odio - contemporanemente - per il ruolo della madre come schiava di un lavoro incomprensibile alla bambina e per il mutismo di cui la donna è evidentemente carica. Su questo credo si giochi tutto il romanzo.
Per certi versi mi ricorda "Scopami" di una scrittrice francese giovane di cui ora non ricordo il nome, uscito da Einaudi; ha la stessa velocità e sinteticità di narrazione ed attenzione all'azione; ma qui in più c'è forza nella identificazione della bambina con i sentimenti che prova e non solo con le azioni che fa.
Ripeto, è una contraddizione che porta subito alla voglia di leggere il libro, ed questo è quanto di meglio si possa dire dell'inizio di un romanzo.
ciao
raffaele ibba

RISPONDE VALERIA:
Nell'incipit di Casseur c'è praticamente tutto il libro. Mi fa piacere che Raffaele Ibba lo abbia apprezzato e vorrei informarlo che entro Febbraio 2005 uscirà in libreria per la Gaffi Editore in Roma. Come dicevo, nell'incipit c'è il germoglio di casseur. Ma l'ascensore, la madre (e il padre) e la scritta R.E.V.O.L.T. sono i simboli di qualcosa di più grande. Profezie di sviluppi futuri molto diversi. Una sorta di elementi di predestinazione. Ma mi ha fatto molto piacere scoprire un nuovo punto di vista da cui scrutare casseur. Sono convinta che stia in questo la vitalità della letteratura, nelle mille ed inaspettate sfaccettature d'interpretazione, che fortunatamente non si limitano a ciò che pensa l'autore stesso. Oi! Valeria


Pubblicata da martedì 08 giugno 2004   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

News Recenti

Vai a pagina 1 2 3 ... 25 26 [27]


News Categories


Articoli

Lavori in corso...
totale lavori ricevuti: 1.954
con (almeno) due letture: 1.867
con una lettura: 34
in attesa di lettura: 53

Se ritieni...

... che il nostro impegno meriti un aiuto
Puoi contribuire!

fai una donazione su PayPal


Contatore
Oggi: 43 (unique:4)
Sempre: 295430178 (unique:294905099)
Record: 202379 (unique:202164)

Render time: 0.1574 second(s).