Nome utente:    Password:    Login automatico  

Menu Principale

Link to us
Link to us


Benvenuto nel sito de iQuindici - la repubblica democratica dei lettori
I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità. La partecipazione allo sviluppo dei contenuti del sito, l’inserimento di notizie od iniziative avviene in maniera spontanea dalle persone iscritte al sito. Si precisa inoltre che iQuindici non ricevono alcun compenso per le notizie qui pubblicate. Pertanto il presente sito non può essere considerato 'prodotto editoriale' ex L.62/2001. L’attività dei partecipanti avviene per adesione e nessuno ha la possibilità di vietare ad alcuno l’espressione delle proprie opinioni e delle proprie idee. L’unico responsabile circa la veridicità, la correttezza ed ogni altra conseguenza derivante dalle idee, dalle opinioni espresse e dalle iniziative proposte è l’autore del singolo intervento o dell’inserimento della notizia o della proposta. L’attività di immissione nel sistema di reti telematiche delle opere dell’ingegno presenti in questo sito e della loro comunicazione al pubblico è in ogni caso subordinata all’autorizzazione dell’autore e/o dei legittimi titolari dei diritti di utilizzazione economica protetti ai sensi della vigente disciplina in materia di diritto d’autore. I controlli sui contenuti sono relativi a quelli presenti sul sito, nessun controllo viene effettuato sui contenuti dei “link”.
Ai sensi della legge 196/2003 e del provvedimento del garante 8/5/2014 informiamo i visitatori/utenti sull'uso dei cookies su questo sito. Il sito utilizza solo: cookies 'tecnici', che non richiedono consenso, al fini di ottimizzare la navigazione, e cookies 'analitici', a fini esclusivamente statistici anonimi, da cui discende questa informativa. Non vengono utilizzati cookies 'di profilatura' né cookies di terze parti, né le informazioni raccolte sono comunicate e/o diffuse. I cookies si cancellano al termine della sessione. (QUI l'informativa dettagliata)


COMUNICATO DELLA PIATTAFORMA DEGLI EDITORI
(Dal nostro inviato a Istanbul)

In Turchia, come forse saprete, da quasi due settimane resistiamo contro un regime dispotico che fa della censura una delle sue armi migliori. L’ultimo bollettino parla di 4 morti e 4947 feriti.

Questo è il manifesto degli editori turchi in italiano [www.editorlerplatformu.com] ; e se lo vorrete dividere tra voi editori italiani, magari organizzarvi per una protesta comune, casomai metterlo nei vostri profili FB et similia… la Turchia ed io non smetteremo mai di ringraziarvi. Siate la nostra voce!



COMUNICATO DELLA PIATTAFORMA DEGLI EDITORI

Ogni tipo di censura è contagioso. E l’autocensura è la forma di contagio più ingannevole, più offensiva e la più letale. Per la sua natura, la capacità di offuscare la realtà, di accecare e rendere dipendenti, ha acquisito una ‘legittimità’ innegabile. Quando le società diventano immuni a questo contagio inseriscono l’idea di libertà e la realtà in una scatola nera. In qualche modo queste scatole nere vengono sempre inevitabilmente perse o fatte scomparire da chi detiene il potere.

Quando qualcuno non riesce a esprimere in modo libero i propri pensieri, non si può che parlare di un’esistenza fasulla. La paura e l’ansia non sono un modo di vivere, ma una forma di morte. Un albero può essere un semplice simbolo, se entra a far parte della vita diventa un simbolo vitale: le persone che intendono vivere liberamente non sono dei fantocci. Non si può controllare la determinazione di vivere, la libertà di respirare, diritto fondamentale. Una società che non respira, non riesce a pensare e una società che non pensa regredisce e viene rinchiusa in un pensiero unico. Così le persone diventano fantocci, con orizzonti ristretti e una mentalità chiusa. La terra su cui si vive è un punto di non ritorno. Le società devono salvaguardare i propri ‘spazi di vita’, non ‘spazi di morte’.

Noi crediamo che i libri che si basano su un pensiero libero e indipendente rappresentino uno spazio di libertà e che facciano nascere. Grazie ai libri respiriamo, grazie ai libri esistiamo. Perché noi ricerchiamo un pensiero libero, indipendente, creativo, e vogliamo conoscere e far conoscere la realtà diffondendo la conoscenza e il pensiero libero.

I media turchi devono poter aprire il prima possibile ‘le scatole nere’ e mostrare la realtà. Oggi è il giorno in cui le persone definite “una piccola minoranza”, dei “marginali”, invisibili, stigmatizzate, tutte insieme, fianco a fianco, sono libere di respirare. È il giorno in cui si mostra un’estetica della resistenza composta dalla diversità dei colori e dalla capacità di ribellarsi. Oggi è il giorno in cui diciamo apertamente che viviamo dalla parte del bello e del buono, che viviamo in modo indipendente e senza paura, e che usiamo il nostro diritto a respirare.

Cacciate via questo fumo, questa nube di gas. Lasciate che tutti respirino e che le menti si illuminino.

Le armi sono il simbolo della codardia.

L’uomo é bello quando resiste come un albero.

LA PIATTAFORMA DEGLI EDITORI TURCHI

ISTANBUL/ TURCHIA



NATURALMENTE IQUINDICI ADERISCONO!


Pubblicata da Francesco venerdì 14 giugno 2013   |   Commenti disattivati   |   invia a un amico formato stampabile

News Categories


Articoli

Lavori in corso...
totale lavori ricevuti: 1.954
con (almeno) due letture: 1.863
con una lettura: 37
in attesa di lettura: 54

Se ritieni...

... che il nostro impegno meriti un aiuto
Puoi contribuire!

fai una donazione su PayPal


Contatore
Oggi: 15 (unique:3)
Sempre: 294169729 (unique:293645326)
Record: 202114 (unique:201899)

Render time: 0.0711 second(s).