inciquid@iquindici.org
<prev [Datenext>
<prev [Threadnext>

[Inciquid] INCIQUID 11 - ALTRE PAROLE RE

To: INCIQUID@iquindici.org
Subject: [Inciquid] INCIQUID 11 - ALTRE PAROLE RESISTENTI
From: inciquid@iquindici.org
Date: Tue, 19 Dec 2006 22:45:56 +0100
Cc:
List-archive: </pipermail/inciquid>
List-help: <mailto:inciquid-request@iquindici.org?subject=help>
List-id: La newsletter de iQuindici <inciquid.iquindici.org>
List-post: <mailto:inciquid@iquindici.org>
List-subscribe: <http://www.iquindici.org/mailman/listinfo/inciquid>,<mailto:inciquid-request@iquindici.org?subject=subscribe>
List-unsubscribe: <http://www.iquindici.org/mailman/listinfo/inciquid>,<mailto:inciquid-request@iquindici.org?subject=unsubscribe>
Reply-to: inciquid@iquindici.org
User-agent: Mozilla Thunderbird 1.0 (Windows/20041206)
Questo numero si riallaccia al precedente, dedicato alla memoria dei tragici fatti di Genova del 2001. Anche questa volta abbiamo un anniversario da ricordare: la strage di Piazza Fontana. Qualcuno lo chiama “il nostro 11 settembre” e forse è così, la nostra prima strage di stato. Più di molte parole è utile segnalare il sito altracatanzaro.it, promotore di un’iniziativa che la memoria l’aiuta sul serio: un sostegno per salvare le carte processuali relative alla strage. Sul sito c’è un appello da firmare, vi invitiamo a farlo.
Apriamo la sezione romanzi proprio con una storia su Piazza Fontana, attraverso un breve ma intenso romanzo che ci ha proprio conquistati: “Pienaluce”, di Flaminia Cardini, un ritratto in chiave femminile di questa pagina della repubblica.
Continuiamo a declinare il tema della memoria con una storia partigiana e resistente ambientata a Bologna negli ultimi venti mesi della seconda guerra mondiale: “Come gabbiani nella tempesta” di Vincenzo Palermo, che ripercorre, con una prosa pulita e senza retorica, la Bologna degli ultimi venti mesi della seconda guerra mondiale.
Chiude la nostra proposta di incipit di romanzi un libro per ragazzi “Vivi e la congiura dei tre continenti” di Paola Repetto, che segue perfettamente il solco tracciato da questo INCIQUID, grazie a una storia appassionante che parla di globalizzazione e impegno con la giusta dose di sorpresa e magia.
Per la sezione “romanzo a puntate” continuiamo invece con grande orgoglio e piacere la seconda parte dell’“Autobiografia napoletana” di Redento Castaldo, documento di vita e lotta che dal prossimo numero troverete per intero nella nostra biblioteca. ?
Per i racconti invece partiamo subito col dirvi che abbiamo inaugurato un’interessante collaborazione con il settimanale Carta, con cui abbiamo voluto fare un bel gioco narrativo a partire dallo spunto di Valerio Evangelisti che nella prefazione al libro di Barbieri e Mancini (“Di futuri ce n’è tanti”), pubblicato con il titolo “La scomparsa del futuro” sul numero 40 di Carta, fa riflettere su come il declino dell’interesse nei confronti della fantascienza sia forse legato a un’incapacità ad immaginarsi il futuro. Da qui il nostro “gioco”: coinvolgere una serie di autori quindicini in una proiezione nel tempo, prossimo o lontano che sia. La risposta è stata sorprendente, molti racconti e molto buoni, più di quanti ne potesse contenere il prossimo numero della rivista in uscita sabato 23 dicembre. Ci è toccato quindi fare un altro gioco: leggerli tutti anche noi, votarli, e sceglierne una manciata dei più belli per la nostra biblioleft! Il risultato è che su Carta avremo questi autori: Casa, Faconti, Magliani, Mazzitelli, Risucci e dulcis in fundo un delirio di quattro quindicini: Porta + Repetto + Ronco + Valotto; mentre nella nostra biblioteca invece, oltre a Casa e Faconti, avremo anche Ferrari e Grandinetti. Abbiamo scelto quest’ultimo, con il racconto “RC07”, per il lancio diretto su questo numero della webzine dato che era l’unico autore ancora inedito insieme a Ferrari, che però pubblichiamo qui con un altro racconto, “Argentina”.

In “RC07” Edo Grandinetti formula un’ipotesi al tempo stesso inquietante e realistica: cosa sarebbe successo se la rivolta di Reggio Calabria del 1970, capeggiata da Ciccio Franco, attivista del MSI, non fosse stata sedata? La risposta è inquietante…
Altrettanto inquietante ma in maniera più sottile “Argentina” di Paolo Ferrari, un racconto sull’odio e le sue inestirpabili radici ricco di grande emozione.
Per chiudere tiriamo finalmente il fiato con una favola che ci auguriamo leggerete ai vostri bambini, piena di sognante etereità: “Clementina e la rivolta delle zucche” di Lucio Monterubbiano. Se non avete bambini a cui leggerla, leggetevela voi: un modo dolce per chiudere un ennesimo INCIQUID un po' amaro, ma che ci rispecchia pienamente.

Buona lettura.

iQuindici
www.iQuindici.org



Questo è il link per la rivista:
http://www.iquindici.org/content.php?content.57


Per iscriversi o cancellarsi alla nostra web-zine:
http://www.iquindici.org/mailman/listinfo/inciquid
?
<Prev in Thread] Current Thread [Next in Thread>
  • [Inciquid] INCIQUID 11 - ALTRE PAROLE RESISTENTI, inciquid <=
Previous by Date:  [Inciquid] INCIQUID 10 - PAROLE RESISTENTI - 20 LUGLIO 2001, inciquid
Next by Date:  [Inciquid] iQuindici: cinque anni di letture!, inciquid
Previous by Thread:  [Inciquid] INCIQUID 10 - PAROLE RESISTENTI - 20 LUGLIO 2001, inciquid
Next by Thread:  [Inciquid] iQuindici: cinque anni di letture!, inciquid
Indexes:  [Date] [Thread]